Asta di Autografi Antichi, Futurismo e '900

Asta n° 10 di Autografi Antichi e del '900

Una bellissima selezione di rarissimi autografi italiani ed esteri di grandissima importanza storica e collezionistica selezionati per te da Galileum Autografi.

Gli oltre 90 lotti sono stati selezionati e garantiti dall’Associazione Autografia, che li ha corredati del prestigioso COA R. Registrati e piazza la tua offerta.

L’asta aprirà alle offerte alle ore 12:00 del 21 Gennaio 2022 e terminerà dalle ore 20:00 del 28 Gennaio 2022.


SEZIONE I - Autografi Antichi - '900
Lotti: 90

LOTTO 201

Autografo di Giovanni Verga Cartolina al Nipote Antonino Catalano Vizzini

Consulta la scheda completa

Stima: 400 - 600€

Descrizione:

Cartolina postale interamente autografa e firmata dal celebre scrittore Giovanni Verga.

Cartolina redatta a Catania il giorno 21 Ottobre 1920 ed indirizzata al nipote Antonino Catalano Gaudioso a Vizzini, città di origine del padre di Verga. 

Il Verga ringrazia il nipote per le buone notizie riguardanti la salute dei dei parenti e in particolare della Signora Nina a cui augura ogni bene. 

Verga divenne Senatore del Regno nel 1920 su nomina del re Vittorio Emanuele III di Savoia. 

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 202

Autografo di Vittorio Emanuele III di Savoia Fotografia Grande Dimensione

Consulta la scheda completa

Stima: 200 - 250€

Descrizione:

Autografo del Re d'Italia Vittorio Emanuele III di Savoia redatto su una fotografia di grandi dimensioni in Alta Uniforme de fotografo Bettini di Roma.

La fotografia riporta la dedica interamente autografa del regnante: "Agli Ufficiali del 7° Reggimento Alpini, Vittorio Emanuele 1933".

Cornice in legno di noce coevo, il supporto cartaceo riporta una piega nell'angolo sinistro che non ne compromette il valore.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 203

Autografo di Margherita di Savoia Regina Fotografia Grandi Dimensioni Dedica Istituto di Mutuo Soccorso Femminile di Milano

Consulta la scheda completa

Stima: 350 - 500€

Descrizione:

Fotografia di grandi dimensioni con dedica interamente autografa della Regina Margherita di Savoia, dove viene indicato giorno e luogo: Milano 2 luglio 1906. 

All'interno della fotografia è presente una dedica per l'Istituto di Mutuo Soccorso Femminile di Milano "Margherita Regina Madre d'Italia".

Fotografia stampata dalla tipografia Guigoni e Bossi di Milano.

Il passepartout riporta alcuni difetti che non compromettono in alcun modo l'integrità dell'autografo.


SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 204

Autografo di Benito Mussolini Decreto Sospensione di Grado

Consulta la scheda completa

Stima: 250 - 300€

Descrizione:

Lettera a firma di Benito Mussolini, politico, dittatore e giornalista italiano, su carta intestata del Ministero della Guerra Direzione Generale Personale Ufficiali Divisione Disciplina. 

Lettera redatta a Roma nell'Anno VI dell'Epoca Fascista.

All'interno del documento viene decisa la rimozione dal grado per il Tenente di complemento di Fanteria, in congedo, Camarda Ignazio, accusato di associazione a delinquere, per aver sedotto e poi indotto al suicidio una giovane ed infine per oltraggio e minacce a pubblico ufficiale.

Data la natura e la gravità dei reati di cui lui è reso responsabile, si procede alla sospensione precauzionale dal grado fino alla definizione della posizione giuridico-disciplinare del Ten. Camarda. 

Copia personale inviata alla famiglia Camarda. 

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 205

Autografo di Elena del Montenegro Regina d'Italia Fotografia Matrimonio con Cornice Argento

Consulta la scheda completa

Stima: 150 - 180€

Descrizione:

Autografo di Elena del Montenegro, Regina d'Italia e consorte di Vittorio Emanuele III di Savoia, apposto su una bellissima fotografia che la ritrae nel giorno delle nozze.

La fotografia è stata redatta dal fotografo Bettini di Roma.

L'immagine è inserita all'interno di una bellissima cornice d'argento (800) punzonato nella parte alta della stessa.

Le dimensioni della cornice sono: 22,5 x 17 cm.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 206

Autografo di Palmiro Togliatti Discorso XX Congresso Partito Comunista

Consulta la scheda completa

Stima: 500 - 700€

Descrizione:

Straordinario discorso interamente autografo (senza firma) di Palmiro Togliatti redatto su carta della Camera dei Deputati e datato sul retro da altra mano "22 Marzo 1956".

Il discorso appare come una bozza di un articolo, presumibilmente da pubblicare a suo nome, essendo l'incipit in terza persona. 
Il manoscritto è da considerarsi di estrema rarità in quanto compilato durante il XX Congresso del Partito comunista dell'Unione Sovietica avvenuto nel Febbraio 1956.
Togliatti infatti, conosciuto il rapporto segreto di Chrusciov su Stalin, pur minimizzandone il contenuto ne approfittò per affrontare il tema del policentrismo, la necessità cioè per ogni paese di trovare una propria via al socialismo. Fu inoltre uno dei leaders comunisti che maggiormente intuirono i pericoli connessi al processo di destalinizzazione e questo lungo articolo manoscritto ne è la testimonianza.

Di seguito riportiamo la trascrizione integrale ove si evince la posizione di Togliatti in completa difesa di Stalin e del suo operato in vita:

"Il compagno Togliatti è intervenuto nel dibattito compiacendosi, prima di tutto, della serietà e riuscita di tutti gli interventi. Ci si trova di fronte ad una manovra abbastanza sguaiata degli avversari, che per nascondere la grandiosità del quadro positivo che è stato tracciato dal congresso, concentrando il fusco attorno alle critiche degli errori e difetti nell’azione del compagno Stalin. La critica di questi errori e difetti il Congresso non poteva non farla e l’ha fatta in una ritrazione in cui la maggior parte di essi è già stata corretta. Noi ci troviamo in una situazione diversa, perché molte cose cui compagni sono apparse nuove, e anche per la diversità delle situazioni in cui operano il nostro partito e quello sovietico. Noi, esposti ai colpi di un avversario perfido e senza pregiudizi, dobbiamo ragionare e argomentare ampiamente, molto più di quanto non fosse necessario ai compagni sovietici. Dobbiamo sottolineare che non è possibile e che nessuno intende negare o distruggere la grandezza di Stalin e dell’opera da lui compiuta. Dobbiamo storicamente spiegare come gli errori da Stalin compiuti si inseriscono in un movimento di d’enorme portata da cui è uscita la vittoria della società socialista. Dobbiamo mostrare come anche mentre questi errori venivano compiuti, la linea sulla quale tutto il movimento progrediva ma giunta, perché il partito, classe operaia, il popolo, lo stato e la società socialista vivevano, si sviluppavano, progredivano per il lavoro e per la lotta di milioni e milioni di nomini. Se oggi la critica viene fatta è perché ci si è voluto liberare del tutto di un peso di cui ci si doveva liberare. Anche per noi quegli errori furono un peso e liberandocene anche noi progrediremo meglio di prima. Quanto più questa convinzione penetrerà in tutto il partito tanto più saremo in grado di battere l’avversario, di far comprendere sempre meglio il valore delle conquiste che il socialismo già ha realizzato e delle prospettive che gli si aprono, _ saremo in grado di far uscire da questa critica un accrescimento della nostra fama, della nostra capacità di lavoro, di lotta, di conquista, di nuove masse umane alla nostra causa."

Il manoscritto, probabilmente a causa delle correzioni, è stato successivamente strappato e restaurato sul retro senza perdita di testo.


SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 207

Autografo di Ettore Muti Segretario Partito Nazionale Fascista Lettera Legione Garibaldini

Consulta la scheda completa

Stima: 200 - 250€

Descrizione:

Lettera dattiloscritta con autografo di Ettore Muti, ex Segretario del Partito Fascista, redatta su carta intestata del Partito Nazionale Fascista "Direttorio Nazionale", e datata 17 febbraio 1940.

All'interno della lettera inviata al Console Ugo Colizza, Commissario Straordinario della Legione Garibaldina, il Segretario del PNF conferisce, seguendo il regolamento della Legione stessa i pieni poteri giuridici e amministrativi.

Al margine inferiore è riportato un appunto autografo di Ezio Garibaldi, celebre politico Italiano e nipote dell'Eroe dei Due Mondi.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 208

Autografo di Rodolfo Graziani Decreto Repubblica Sociale Italiana

Consulta la scheda completa

Stima: 250 - 350€

Descrizione:

Autografo di Rodolfo Graziani, celebre politico e militare italiano, apposto su un bellissimo decreto della Repubblica Sociale Italiana in qualità di Ministro delle Forze Armate.

All'interno del decreto ufficiale viene promosso di grado il Tenente Colonnello del Genio Aeronautico Elio Fausto Battilana a cui viene concesso di firmare "Per il Ministro" gli atti di competenza della Direzione Generale.

Il documento, datato 27 dicembre 1944 e inviato dalla "Base di Campagna" è redatto durante una delle più importanti battaglie combattute dalla RSI, infatti tra il 25 e il 30 dicembre fu avviata l'operazione "Offensiva di Natale" combattuta tra le Alpi Apuane e la Garfagnana e fu l'unica occasione in cui le forze italo-tedesche riuscirono a respingere l'offensiva degli Alleati in Italia nel 1944.

Copia personale inviata al Tenente Colonnello Elio Fausto Battillana.


Presente inoltre una bellissima foto originale dell'Istituto Luce riguardante le campagne Dell'Africa Orientale Italiana (A.O.I)  in cui viene ritratto il Graziani mentre saluta le truppe.


SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!

Prezzo di partenza:

€ 70,00


LOTTO 209

Autografo Elena d'Orleans Duchessa d'Aosta Ispettrice Croce Rossa Italiana

Consulta la scheda completa

Stima: 120 - 150€

Descrizione:

Cartolina interamente autografa di Elena d'Orleans, redatta su carta intestata dell'Ispettrice Generale della Croce Rossa Italiana il 6 febbraio 1916.

All'interno della missiva la Duchessa d'Aosta scrive al maggiore Medici dicendogli che non parteciperà alla cena in quanto ci saranno già troppi "Pezzi Grossi", e quindi chiede al Maggiore di fissare un appuntamento per il giorno seguente.

Presente inoltre la busta originale con destinatario interamente autografo della Duchessa. 

Durante la prima guerra mondiale la Duchessa fu ispettrice generale delle infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana, ricevette una medaglia d'argento al valor militare, tre croci al merito di guerra. 

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 210

Autografo di Gabriele D'Annunzio e Marcello Gandini - Serie di 4 Francobolli Emessi nel 1° Anniversario dell'Entrata dei Legionari in Fiume XII Settembre 1920

Consulta la scheda completa

Stima: 500 - 700€

Descrizione:

Autografo di Gabriele D'Annunzio su libretto commemorativo della Reggenza Italiana del Carnaro - Posta Militare dell'Esercito Italiano in Fiume d'Italia - Serie di quattro francobolli emessi nel primo anniversario dell'entrata dei legionari in Fiume - XII Settembre 1920. 

Firma di Gabriele D'Annunzio, Comandante della città di Fiume, e del Titolare della Posta Militare e garante dell'autenticità della serie, Marcello Gandini. 

Il 12 settembre 1920, venne emessa la commemorativa dell’ingresso dei legionari a Fiume: erano francobolli di nuova concezione, realizzati con gusto artistico, intenti propagandistici e di grande efficacia espressiva. La serie era stata disegnata da Adolfo De Carolis: distribuita il solo giorno d’emissione, ufficialmente fu riservata solo all'uso per la posta militare. Rappresentava una spada che taglia un nodo, i pugnali dei legionari, Fiume con una corona di spine e un’urna che getta acqua con la scritta indeficienter (perennemente).

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 211

Autografo di Umberto Giordano Dedica e Rigo Musicale Madame Sans-Gêne

Consulta la scheda completa

Stima: 150 - 200€

Descrizione:

Biglietto interamente autografo del compositore Umberto Giordano indirizzato alla Signora Mirella.

All'interno del biglietto Giordano, dedica a Mirella, che ha visto nascere e che spera di vederla ancora quando avrà cento anni, un rigo musicale tratto dall'opera lirica "Madame Sans-Gêne". 

Biglietto redatto a Roma il 21 Maggio 1943. 

Il lotto comprende anche una cartolina originale raffigurante Umberto Giordano.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 212

Autografo di Umberto Giordano Cartolina Saluti Fam. Breschi Fotografie

Consulta la scheda completa

Stima: 120 - 150€

Descrizione:

Cartolina interamente autografa del compositore Umberto Giordano indirizzata alla Signora Breschi presso il Palazzo Ghibellino di S. Margherita Ligure. 

Giordano invia: "Saluti a te, a Pier Giulio e Enrico, Elenuccia e Mirella". 

Cartolina illustrata di Montecatini Terme - Piazza Umberto I. 

Il lotto comprende anche una fotografia originale di Umberto Giordano con Pier Giulio Breschi e una cartolina ai sali d'argento del compositore. 

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 213

Autografo di George Enescu Compositore Cartolina Barasch Bucarest

Consulta la scheda completa

Stima: 250 - 300€

Descrizione:

Autografo del compositore e pianista George Enescu su cartolina originale ai sali d'argento del fotografo Barasch di Bucarest, attivo in quegli anni. 

Oltre alla firma, Enescu appone anche la data "1900", nel retro della cartolina.

Enescu si perfezionò a Parigi con Martin-Pierre Marsick, André Gedalge, Jules Massenet e Gabriel Fauré, e, nel 1900, esordì come violinista nei Concerts Colonne.

Condizioni: il retro della cartolina riporta delle macchie che non compromettono l'integrità dell'autografo.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 214

Autografo di George Enescu e Nicolae Caravia su Programma Concerti Oradea Mare Romania

Consulta la scheda completa

Stima: 300 - 400€

Descrizione:

Autografo del compositore George Enescu e pianista Nicolae Caravia su locandina con programma dei tre concerti straordinari svoltasi a Oradea Mare (Romania) dal 25 al 27 Novembre 1929. 

Oltre alla firma, Enescu e Caravia appongono anche la data "1929", nel retro della locandina. 

Dopo la prima sonata risalente al gennaio 1927 a Oradea, Enescu e il pianista Nicolae Caravia, eseguirono tre concerti straordinari presso la Sala Katolikus Kor di Oradea Mare nel 1929. 

Particolarmente rari e ricercati gli autografi di entrambi i musicisti. 

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 215

Autografo di Arturo Toscanini Fotografia con Dedica Ada Colleoni - Partitura Finale Liebestod di Wagner

Consulta la scheda completa

Stima: 400 - 600€

Descrizione:

Fotografia in bianco e nero di Arturo Toscanini con dedica e firma autografe. 

La foto ritrae Toscanini con un'espressione assorta sullo sfondo di un paesaggio lacustre. La dedica, scritta sotto la foto, al centro nella cornice bianca, è per Ada Colleoni, sua giovane amante, e recita "Never ending-still beginning". A destra e a sinistra della frase, sono riportati i nomi degli amanti, Ada e Artù.

Sul retro, anch'essa autografa, è trascritta la partitura finale del brano "Liebestod" dell'opera "Tristan und Isolde" di Wagner, con il testo che recita "Ertinken, versinken, unbewusst, hoechste Lust!" (Affogare, affondare, incosciente, il più alto piacere) a testimoniare ancora la passione con la quale il Maestro viveva la relazione con la giovane pianista.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 216

Autografo di Papa Pio XII (Eugenio Pacelli) Benedizione Comitato Femminile Cancerosi

Consulta la scheda completa

Stima: 500 - 700€

Descrizione:

Autografo di Papa Pio XII, al secolo Eugenio Pacelli, apposto su una bellissima benedizione di grandi dimensioni e datato 11 maggio 1956.

Il documento è stato conferito al nascente "Comitato Femminile di Assistenza ai Cancerosi" che era stato formato 4 anni prima nella città di Roma.

La fotografia del Papa riporta le seguenti dimensioni : 23,5 x 19 cm.

Il documento è inserito all'interno di una cornice coeva con dorature e alcuni piccoli difetti.

La benedizione è da considerarsi incredibilmente raro e di difficile reperibilità in queste grandi dimensioni: 62 x 41 cm.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 217

Autografo di Papa Paolo VI G. B. Montini Pergamena Conferimento Ordine Santo Silvestro

Consulta la scheda completa

Stima: 300 - 400€

Descrizione:

Decreto su piena pergamena "Vellum" autografato dal futuro Papa Paolo VI, in qualità di Cardinale Giovanni Battista Montini.

All'interno del documento viene conferito a Massimo Olmi, l'onorificenza dell'Ordine di San Silvestro Papa, uno degli ordini più antichi direttamente collegati alla Santa Sede.

La pergamena riporta l'intestazione di Papa Pio XII ed è impreziosita dal timbro in rosso e dall'autografo in inchiostro blu dell'allora Monsignore Giovanni Battista Montini. 
Questa tipologia di autografi sono particolarmente ricercati e non comuni.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 218

Autografo di Umberto II di Savoia Decreto Militare Aeronautica

Consulta la scheda completa

Stima: 180 - 250€

Descrizione:

Raro decreto firmato da Umberto II di Savoia in qualità di Luogotenente Generale del Regno, carica che detenne per il breve periodo di transizione tra la fine del Ventennio fascista e la proclamazione della Repubblica.

All'interno del decreto viene sostituito il Generale di Brigata Aerea Enrico Grande che cessa l'incarico di comando della IV Zona Aerea Territoriale a favore di Ettore Pellacci, Colonnello dell'Arma Aeronautica.

Il documento è controfirmato da Pietro Piacentini, allora Ministro dell'Areonautica e da Ivanoe Bonomi, Capo del governo.

Il decreto è da considerarsi estremamente raro in quanto firmato da tre personalità molto importanti dell'epoca; a seguito della caduta del fascismo dell'8 settembre 1943. Documento controfirmato da Ivanoe Bonomi in qualità di Presidente del Consiglio dei Ministri e da Pietro Piacentini oltre alla carriera politica (che ricoprì per soli sei mesi) fu anche Capo di Stato Maggiore dell'Areonautica Italiana durante la Guerra.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 219

Autografo di Trilussa Dedica Lotto Tre Libri 1° Edizione Carra Voghera

Consulta la scheda completa

Stima: 180 - 250€

Descrizione:

Interessante lotto composto da prime edizioni di Trilussa, pseudonimo Carlo Alberto Salustri, di cui una con dedica autografa.

Il lotto è così composto: 

- A Tozzi e Bocconi - 1° Edizione, 1° Migliaio - Roma - Casa Editrice M. Carra - 1918
- Lupi e Agnelli - 1° Edizione - Roma Enrico Voghera - Dedica interamente autografa di Trilussa in antiporta - 1919
- Giove e le Bestie - 1° Edizione, 1° Migliaio - Mondadori - 1932

Opere complessivamente in buone condizioni con alcuni marginali difetti; rilegatura in tela risalente al 1930-40.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 220

Autografo di Ricciotti Garibaldi Pubblicazione Epistolario Giuseppe Garibaldi

Consulta la scheda completa

Stima: 120 - 150€

Descrizione:

Bella lettera interamente autografa di Ricciotti Garibaldi, figlio di Giuseppe e Anita Garibaldi, redatta a Roma presso il Foro Traiano.

All'interno della missiva Ricciotti acconsente alla pubblicazione dell'epistolario di Giuseppe Garibaldi - storicamente illustrato - al celebre bibliografo e storico Giuseppe  Mazzatinti, in occasione del centenario della sua nascita. 

A causa della prematura scomparsa del blibliografo, avvenuta pochi mesi dopo l'invio di questa lettera, la raccolta su Garibaldi, unitamente a quella di Mazzini e Verdi, rimase inedita.

Dimensioni Cornice: 23 x 17 cm

Interessante e raro autografo.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 221

Autografo di Maria Callas Soprano Premio Scarpina d'Oro Vigevano 1956

Consulta la scheda completa

Stima: 500 - 600€

Descrizione:

Curioso e raro autografo di Maria Callas redatto su cartoncino: "Cordialmente Maria Meneghini Callas - 1956". 

La firma è stata stilata sull'invito della manifestazione "Pro Vigevano - Ente Fiera e Cultura" del 27 Dicembre 1955

L'autografo è da considerarsi singolarmente raro in quanto è stato apposto durante un particolare avvenimento, ovvero la consegna del premio "Scarpina d'oro" tenutasi proprio quell'anno presso la XIX Mostra Internazionale di Vigevano, avvenuta i primi giorni del mese di Gennaio 1956.

In allegato all'autografo, presente una bella immagine che raffigura la Divina, intenta nella rappresentazione del Poliuto al Teatro Alla Scala di Milano.

Nella galleria immagini una fotografia che immortala la celebre soprano durante la premiazione a Vigevano (foto digitale non fornita). 

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 222

Autografo di Giuseppe Sarto Cardinale Venezia San Pio X Biglietto Interamente Manoscritto

Consulta la scheda completa

Stima: 300 - 400€

Descrizione:

Biglietto interamente autografo (senza firma) del Cardinale Giuseppe Sarto futuro San Pio X Pontefice della Chiesa cattolica.

Importante biglietto intestato «Il Cardinal Giuseppe Sarto - Patriarca di Venezia», interamente vergato ed indirizzato al Marchese e alla Marchesa Gio. Batista Guerrieri Gonzaga. 

Biglietto redatto il 28 dicembre 1895. Nella missiva il Cardinale porgeva i «più vivi ringraziamenti» aggiungendo «il ricambio degli auguri desiderando solo le benedizioni del Cielo». Il destinatario con tutta probabilità è da identificarsi con il nobile Giambattista Guerrieri Gonzaga (1863-1931), cavaliere degli Ordini della Corona d’ Italia e dell'Ordine Mauriziano, e Cavaliere della Legion d'onore.
Il biglietto assume così il carattere di importante testimonianza per comprendere i rapporti di Pio X, all’epoca Patriarca di Venezia, con alcuni dei principali esponenti del patriziato veneto.  

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 223

Autografo di Giuseppe Sarto Cardinale San Pio X Biglietto su Carta Intestata Firmato

Consulta la scheda completa

Stima: 350 - 450€

Descrizione:

Biglietto interamente autografo e firmato dal Cardinale Giuseppe Sarto futuro San Pio X Pontefice della Chiesa cattolica.


Importante biglietto intestato «Il Cardinal Giuseppe Sarto - Patriarca di Venezia», interamente autografo ed indirizzato ad un «Egregio Reverendo Signor Prevosto» redatto il 10 aprile 1895. Nel biglietto il Cardinal Sarto – destinato a divenire Pontefice con il nome Pio X e poi essere innalzato agli onori degli altari nel 1954 – ringraziava vivamente «della sua memoria e ricambio per lei e per la sua parrocchia i felici alleluja».


Il Cardinale inoltre aggiungeva: «Godo assai che sia già cominciato il restauro e l’abbellimento della facciata della sua chiesa e le sarò gratissimo se alla prima occasione ringrazierà anche per me il nobile signor Marchese». Importante testimonianza di uno dei primi pontefici-santi del Novecento celebre per la redazione del Catechismo maggiore. La missiva è stata vergata a pochi anni dalla sua elevazione a cardinale e patriarca di Venezia, voluta da Leone XIII nel 1893, e dimostra il suo interesse anche in merito agli ampi rifacimenti artistici avviati in area veneta alla fine del XIX sec.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 224

Autografo di Giuseppe Sarto Cardinale Venezia San Pio X Lettera con Busta

Consulta la scheda completa

Stima: 500 - 700€

Descrizione:

Lettera interamente autografa e firmata da Giuseppe Sarto Cardinale di Venezia futuro San Pio X Pontefice della Chiesa cattolica. 

Lettera su carta intestata «Patriarcato di Venezia» redatta a Venezia il 19 gennaio 1896 con sua busta di spedizione anch'essa autografa, indirizzata «al nobilissimo signor Marchese Gio. Batt. Guerrieri Gonzaga a Mantova».

All'interno della lettera il Cardinale Sarto fornisce informazioni sulla «famiglia del signor Angelo Roso, negoziante di granaglie» sottolineando come «tutta la sua fortuna» fosse dovuta «all’industria del predetto che da semplice operajo di mulino ne diventò padrone e un po’ alla volta avrebbe meravigliosamente, in modi onesti, [accresciuto] la sua sostanza». Circa la famiglia, il Patriarca sottolineava l’esistenza di «figlie, educate convenientemente però buone, come buoni si conservano anche i genitori».

Interessante documento da cui traspare uno sguardo del pontefice sulle persone e sul mondo. Da sottolineare anche il profilo del destinatario, identificabile nel nobile Giambattista Guerrieri Gonzaga (1863-1931), cavaliere degli Ordini della Corona d’ Italia e dell'Ordine Mauriziano, e Cavaliere della Legion d'onore.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 225

Autografo di Papa Benedetto XV (Della Chiesa) Lettera Segretario di Stato Pio X

Consulta la scheda completa

Stima: 350 - 500€

Descrizione:

Lettera manoscritta con autografo e postilla del futuro Papa Benedetto XV, al secolo Giacomo della Chiesa, in qualità di Sostituto della Segreteria di Stato di Sua Santità.

La lettera, data in Roma il 19 maggio 1904, è indirizzata al «Marchese Guerrieri Gonzaga» identificabile nel nobile Giambattista Guerrieri Gonzaga (1863-1931) e verte intorno ad alcune ricerche commissionate dal gentiluomo veneto e accuratamente svolte dal futuro Benedetto XV «nell’archivio di questa Segreteria di Stato relativamente all’affare Vazzoli».


Inoltre il Della Chiesa, trovando che «i documenti quivi custoditi che si riferiscono all’accennata questione sono ben limitati», si sofferma nella loro descrizione, rimarcando la propria disponibilità.


Interessante documento che mostra il futuro pontefice durante la propria attività in Segreteria di Stato e per di più a contatto con personaggi vicini a Papa Pio X, all’epoca sedente sul soglio petrino. 

Si acclude un biglietto da visita, con annotazione manoscritta non autografa, di Monsignor Giacomo della Chiesa.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 226

Autografo di Vittorio Emanuele di Savoia-Aosta Carteggio Lettere a Cesira Pozzolini Siciliani

Consulta la scheda completa

Stima: 180 - 250€

Descrizione:

Carteggio di Vittorio Emanuele di Savoia-Aosta, conte di Torino (Torino 1870 – Bruxelles 1946) e Cesira Pozzolini Siciliani. 

Il lotto comprende 4 documenti tra cui 2 belle ed ampie lettere inviate da Vittorio Emanuele di Savoia Aosta alla scrittrice e filantropa Cesira Pozzolini Siciliani (1839-1914).

La prima missiva comprende una minuta di lettera inviata al Conte di Torino da Cesira Pozzolini Siciliani a seguito di un incontro col Savoia-Aosta in occasione dell’«inaugurazione dell’esposizione di Belle Arti» in Firenze il 18 marzo 1906, missiva alla quale il Conte di Torino rispose con lettera del 20 marzo 1906 compresa nel lotto. La suddetta missiva, interamente autografa di Vittorio Emanuele di Savoia-Aosta, recante lo stemma del Savoia-Aosta, è datata 20 marzo 1906 ed arricchita da una busta intestata «Società Dantesca Italiana, Comitato Generale, Firenze» sulla quale la stessa Pozzolini ha annotato «Lettera di Sua Altezza Reale il Conte di Torino a me Cesira Pozzolini Siciliani».

A queste prime due lettere fa seguito una terza lettera datata 30 settembre e con incipit «Cara Signora Siciliani» interamente autografa di Vittorio Emanuele di Savoia-Aosta su un unico foglio. All'interno della lettera il Conte di Torino comunica alcune informazioni di carattere personale.

Chiude il lotto una quarta lettera su carta intestata «Casa di Sua Altezza Reale il Conte di Torino» redatta a Milano il 26 gennaio 1911 firmata da un ufficiale della Casa e inerente ad affari personali.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 227

Libro "Nord" di Ulderigo Tegani Autografi di Umberto Nobile e Superstiti Dirigibile Italia

Consulta la scheda completa

Stima: 1500 - 1800€

Descrizione:

Incredibile reperto di interesse storico. 

Libro "Nord" di Ulderigo Tegani edito da Sonzogno nel 1927, che raccoglie le firme dei sopravvissuti della spedizione scientifica al Polo Nord del dirigibile Italia comandato dal Gen. Umberto Nobile.

La spedizione del dirigibile Italia fu organizzata sulla scia del successo della precedente trasvolata polare compiuta da Nobile nel 1926 con il dirigibile Norge, che confermava l'utilizzo dell'aeronave come valido mezzo di esplorazione; la tragedia che ne conseguì rappresenta tutt'oggi una delle più importanti sciagure aeronautiche della prima metà del secolo scorso.

Il dirigibile, coadiuvato dalla nave-appoggio Città di Milano, partì da Roma Ciampino il 19 marzo 1928 alla volta del Polo Nord, dove arrivò il 24 maggio dello stesso anno. Da lì a poche ore la tragedia: il dirigibile, appesantito dal ghiaccio e disturbato da violenti venti, perse rapidamente quota schiantandosi sul pack.
Dieci dei sedici componenti l'equipaggio furono sbalzati fuori dalla cabina assieme ad alcune casse di vettovagliamenti e provviste. L'aeronave, alleggerita, riprese poi quota con sei uomini al suo interno; di loro e del dirigibile non si seppe più niente. 

Coloro che non morirono nell'impatto si rifugiarono nei resti della cabina e in una tenda che Nobile dipinse di rosso con dell'anilina per renderla più visibile ai soccorsi. Questa tenda divenne famosa come "La Tenda Rossa". Ma i soccorsi arrivarono dopo quasi due mesi ad opera della rompighiacci russa Krasin, che trovò i superstiti e li trasse finalmente in salvo.

All’indomani del salvataggio, dati i forti problemi di comunicazione con la nave-appoggio, i superstiti furono tradotti a bordo della “Orinoco”, una nave da crociera che si trovava nelle acque del Polo Nord. Qui Dolores Annita Longoni, moglie del Comm. Giuseppe Russo e guida turistica specializzata nelle passeggiate sul pack per i passeggeri della Orinoco, raccolse le firme dell’equipaggio superstite del dirigibile Italia. Sul libro si possono infatti apprezzare le seguenti firme:

Sul frontespizio:

Dott. Frantisek Behouniek, fisico e direttore dell’Istituto Radio di Praga

Tenente di Vascello Alfredo Viglieri, navigatore e idrografo

Marconista Giuseppe Biagi

Capotecnico Natale Cecioni

Ing. Felice Trojani - Progettista e timoniere


Inoltre: 

Comandante Umberto Maddalena (colui il quale avvistò la Tenda Rossa)

Capitano Gennaro Sora (ufficiale degli Alpini impegnato nella missione Italia)

E’ presente un’ulteriore firma non identificata.


In terza pagina è invece presente la firma del Generale Umberto Nobile che verga anche la data 20 luglio 1928.

Considerando che i superstiti della tragedia Italia furono trasferiti dall'Orinoco alla Città di Milano il 22 luglio, questa raccolta di autografi è senz'altro una delle primissime, se non addirittura la prima in assoluto, ad essere stata rilasciata dopo il salvataggio.

Questo preziosissimo libro ci offre quindi una incredibile testimonianza storica di una delle più importanti e tragiche pagine dell’esplorazione artica.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 228

Autografo di Fillìa (Luigi Colombo) Lettera a Prampolini Pubblicazioni Futuriste

Consulta la scheda completa

Stima: 350 - 400€

Descrizione:

Lettera interamente autografa del celebre poeta Luigi Colombo, in arte Fillìa, su carta intestata della "Vetrina Futurista", rivista del Futurismo Italiano degli anni '20. 

All'interno della lettera, inviata a Vittorio Orazi, pseudonimo di Alessandro Prampolini, Fillìa riferisce al destinatario di aver finalmente ricevuto le bozze di "Arte Fascista" che uscirà i primi di agosto in bella edizione.

Fillìa termina la missiva dicendo all'Orazi che sta preparando il terzo numero di "Vetrina" e accluderà le tre liriche ricevute.

Autografo estremamente raro e di difficile reperibilità a causa della prematura morte del poeta.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 229

Autografo di Mario Sironi Informazioni Arnaldo Carpanetti Affresco Milano

Consulta la scheda completa

Stima: 450 - 600€

Descrizione:

Lettera interamente autografa del celebre pittore Mario Sironi, tra i maggiori esponenti artistici del Novecento italiano, indirizzata al collega Arnaldo Carpanetti per alcune informazioni per un affresco. 

Nella lettera il Sironi informa Carpanetti che ha chiesto a Giovanni (Muzio) e Barella (Giulio) le ultime approvazioni per l'affresco e prosegue dando preziosi consigli all'amico per la realizzazione di un affresco in una galleria.

Il celebre pittore parla poi di una mostra, a cui ha partecipato, per la quale riceverà solo 4000 lire ed è molto arrabbiato di ciò, e spiega quindi i motivi della sua ira.

Nel finale della copiosa lettera il Sironi si lamenta dei disegni che ha proposto al Popolo d'Italia (celebre quotidiano italiano controllato dal Partito Nazionale Fascista).

Bellissima lettera che testimonia il processo artistico dell'epoca e dimostra la collaborazione tra alcuni artisti dell'epoca.

Presente anche una fotografia che immortala il quadro "Figura" (Autoritratto) risalente al 1913. 

La copiosa missiva riporta alcuni difetti di conservazione che non impediscono però la consultazione.

SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


LOTTO 230

Autografo di Guglielmo Peirce su Bozza Rivista Vesuvio - Futurismo Depero

Consulta la scheda completa

Stima: 800 - 1000€

Descrizione:

Meraviglioso lotto futurista inerente alla pubblicazione di una bozza dell'Anno 1. N.11 del 15 Luglio 1928, del celebre giornale campano "Il Vesuvio" stampato per sole due annate.

Nell'estate del 1928, gli artisti futuristi Giulio Costantini, Costanzo di Marzo, Andrea di Girasole decisero di pubblicare il "Manifesto del Movimento del Sud" proprio in questa edizione (a pagina 3). Per conferire uno slancio maggiore alla loro iniziativa, decisero di affidare il disegno di copertina ad uno dei più quotati illustratori dell'epoca: Fortunato Depero.

Quella presentata nel lotto è infatti la bozza pre-stampa, che vede - per la prima volta in assoluto - primeggiare a piena pagina la ormai famosissima rappresentazione del logo del giornale firmata dall'immortale artista futurista.
La storia da qui è poco nota: il logo, che inizialmente doveva appunto occupare tutta la copertina venne prontamente ridotto, proprio su indicazione di Depero, che in una lettera (non presente) suggerisce di migliorarne la qualità. 

La carta sulla quale è stampato la bozza è di eccelsa qualità e vergata e presenta due veline come piatto anteriore e posteriore.

Ad impreziosire il lotto, possiamo trovare quattro disegni originali firmati, più volte riprodotti in edizioni successive della rivista e di seguito elencate:

- Disegno originale utilizzato nella velina e come identificativo della rivista, unitamente al cartiglio disegnato che arricchisce la pagina 6 di questo numero dal titolo "Ernesto Murolo" (celebre poeta e drammaturgo italiano).
Entrambi i disegni, applicati su un foglio, sono realizzati e firmati da Celestino Petrone, famoso scultore di area napoletana.

- Due meravigliosi disegni ad opera del rinomato pittore futurista Guglielmo Peirce dal titolo "Pesca in Barile" in due varianti. Il primo disegno è stato scelto per impreziosire la pagina 15 della rivista.
Entrambi i disegni sono applicati su un foglio.

Il lotto è da considerarsi come un'unicum di incredibile valore per la storia del futurismo, impreziosito da una stampa di Fortunato Depero realizzata in queste fattezze solo per questa occasione.


SEZIONE : Autografi Antichi - '900

Termine asta:

ASTA CONCLUSA!


« Pagina precedente Pagina 2 di 2